Professori d'Orchestra.it

il portale web per i professionisti della musica classica

Maggio Musicale Fiorentino, dipendenti presto licenziati

Firenze, 6 ott 2014 - Dopo il caso Opera di Roma il connubio orchestra-licenziamenti fa subito notizia, ma in realtà a Firenze non si sta verificando un caso uguale a quello di Roma.
E' vero, si, a gennaio, se tutto procede secondo i piani della Fondazione Maggio Musicale Fiorentino, ci saranno 53 dipendenti licenziati che saranno riassunti da una società esterna (la Ales).
Ma facciamo un passo indietro: il Maggio Musicale, come tutte le fondazioni liriche in gravi difficoltà economiche, ha richiesto l'accesso ad un fondo rotativo per la concessione di finanziamenti mirati al risanamento dei debiti (la tanto nominata legge Bray) che prevede però la presentazione da parte delle fondazioni liriche di un piano di risanamento con dei parametri molto severi tra i quali la "razionalizzazione" del personale artistico, tecnico e amministrativo, motivo per il quale anche al Maggio ci sarà il licenziamento di numerosi dipendenti.
A Firenze pare (l'atto è ancora fermo alla corte dei conti) arriveranno quasi 28 milioni di euro che permetteranno il risanamento della Fondazione (tra le più indebitate d'Italia).
Tra le notizie più rilevanti della fondazione fiorentina, oltre a quella della riduzione del numero di dipendenti, c'è sicuramente quella annunciata dal sovrintendente Bianchi sulla nomina di un nuovo direttore musicale al posto del M°Mehta che rimarrà direttore onorario a vita.

 

PdO Staff © RIPRODUZIONE RISERVATA